Tutte le news sul mondo del software

Confrontare le tariffe fibra adsl in base alle esigenze, dettaglio Tim super

40

Comparare le tariffe fibra adsl per la connessione della tua casa, può aiutarti a capire qual è l’offerta più adatta alle tue esigenze.

Ad oggi, c’è molta concorrenza nel mercato delle promozioni Internet, e per questo motivo fare un confronto tra le proposte in commercio è fondamentale.

In particolare, i parametri basilari per una connessione internet sono velocità, affidabilità e convenienza.

In questo articolo scoprirai come scegliere la connessione Internet idonea alle tue attività.

Tariffe fibra o adsl: quale scegliere?

Al fine di sottoscrivere un contratto Internet casa adatto alle proprie esigenze, è importante conoscere le varie tipologie di connessione che permettono di navigare in rete. Le principali tecnologie che consentono ai propri dispositivi di connettersi ad Internet sono:

  • ADSL
  • Fibra Ottica
  • Onde radio

Di solito, è sempre consigliato effettuare un test di copertura, se non sai a quale tecnologia affidarti. La verifica è gratuita e puoi farla online autonomamente, sul sito dell’operatore scelto.

Considera le tue necessità, tenendo conto di dove vorrai connetterti, ecco alcune soluzioni:

  • Da casa: scegli una connessione ADSL o fibra ottica, se vivi in una zona non raggiunta da questi sistemi, opta per una rete wireless.
  • In movimento: in questa circostanza la connessione dati mobile è la scelta più giusta, puoi connetterti grazie alle reti 4G

In generale, le tariffe proposte dagli operatori cambiano in base a consumi e velocità di connessione utilizzata. Perciò, pensa alle tue abitudini e scegli l’offerta che più si avvicina alle tue richieste:

  • Se ti connetti di rado, utilizza una connessione Internet Mobile o Adsl a consumo
  • Se hai bisogno di Internet sempre attivo cerca una connessione ADSL o Fibra ottica in abbonamento, senza limiti di consumo
  • Se cerchi una rete più veloce e efficiente dell’ADSL, scegli la Fibra ottica.

Dunque, prima di decidere su quale contratto mettere la firma ricorda sempre di verificare la copertura nella tua zona, avere una connessione Internet è conveniente, confronta le tariffe fibra adsl Tim Super.

Andiamo a vedere ora le tariffe Tim:

  • Tim Super ADSL
  • Tim Super Fibra

TIM Super: la tariffa per lavorare e studiare

Tim Super è una tariffa Internet per la casa di Telecom Italia veloce e affidabile. Infatti l’offerta base dove previsto dalla copertura raggiunge una velocità fino a 1 Giga.

Una velocità di questo livello ti permette di eseguire tante azioni sulla rete, come ad esempio lavorare, studiare, giocare e guardare i video in streaming.

Tim Super ADSL

Se la tua zona è coperta dal sistema ADSL, Tim Super ti offre una tariffa a 29,90 al mese che include il canone, il contributo di attivazione e l’acquisto del modem.

L’offerta include:

  • internet illimitato fino a 20 Mega
  • linea di casa con chiamate illimitate verso fissi e mobili nazionali
  • smart modem

Tim Super Fibra

Se sei coperto dalla tecnologia in Fibra ottica, la tariffa Tim Super ti permette di avere al costo di 29,90 euro al mese:

  • internet illimitato fino a 1 Giga
  • chiamate illimitate verso fissi e mobili nazionali
  • Modem TIM HUB+

Se sei interessato al mondo della telefonia, internet e pay tv, ti consigliamo di rimanere aggiornato a Come attivare un’utenza luce quando compri una casa nuova ?

Se compri una nuova casa, la prima questione di cui devi occuparti è l’attivazione delle forniture energetiche come ad esempio l’utenza luce.

In particolare, la componente luce ti permette di avere energia elettrica in casa, grazie all’utilizzo di un contatore.

Per evitare ritardi e disagi, è fondamentale avviare le pratiche per rendere operativa la tua fornitura in anticipo, molto prima di trasferirti.

In questo articolo scoprirai come attivare un’utenza luce.

Utenza luce: a chi rivolgersi?

Prima di tutto, devi sapere che le operazioni per attivare un’utenza luce possono cambiare, in base a determinati contesti. Ad esempio se nella tua nuova casa non c’è un contatore installato, l’intervento per far funzionare la tua utenza si chiamerà allacciamento.

Considerando la situazione nella tua nuova abitazione, ecco le diverse tipologie di attivazione di un contratto di energia:

  • allacciamento
  • prima attivazione
  • subentro
  • voltura

Di solito, la richiesta per avere l’elettricità in casa va effettuata direttamente al fornitore di tua scelta attivo in zona.

In generale, ogni azienda ha diversi canali a disposizione per avviare la tua fornitura di elettricità, in base alle tue esigenze puoi scegliere quello che ti fa più comodo. Puoi rivolgerti a:

  • centri fisici nel territorio
  • via telefono attraverso il servizio clienti
  • online tramite sito web, posta, fax o email

Se stai cercando di risparmiare nelle zone di Forte dei Marmi, ti consigliamo di guardare le nuove offerte sull’utenza luce di Eni.

Scopriamo ora cosa ti serve per avere elettricità in casa, nel dettaglio:

  • documenti necessari
  • tempistiche

Utenza luce elettrica: i documenti da presentare

Indipendentemente dal fornitore scelto, per sottoscrivere un contratto luce nella richiesta di attivazione devi comunicare e avere a disposizione i seguenti dati e documenti:

  • carta d’identità, dati anagrafici e recapiti come indirizzo email o numero di telefono
  • potenza impegnata necessaria per la tua abitazione, puoi chiedere ad un elettricista
  • Indirizzo della fornitura elettrica
  • Codice POD, lo trovi nel display del contatore
  • Uso dell’utenza, domestico residente o non residente
  • Dati catastali dell’immobile
  • Codice IBAN se si decide di pagare in automatico con domiciliazione bancaria

Per quanto riguarda i dati catastali dell’immobile puoi trovarli nel contratto di affitto, nell’atto di proprietà dell’immobile o in un atto di compravendita.

Quanto tempo per attivare l’utenza luce?

Come detto in precedenza, è importante inviare la richiesta al fornitore il prima possibile, perchè a seconda della tipologia di attivazione posso presentarsi degli imprevisti.

Secondo l’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente il tempo necessario per attivare l’elettricità nella propria casa può arrivare ad un massimo di 7 giorni lavorativi distribuiti in questo modo:

  • 2 giorni lavorativi per lo scambio di richieste tra fornitore e distributore
  • 5 giorni lavorativi per attivare il contatore da parte del distributore

Se ci sono ritardi e non riesci ad ottenere l’elettricità per la tua casa, puoi richiedere un risarcimento automatico di:

  • 35 € per lavori eseguiti entro il doppio del tempo previsto
  • 70 € triplo del tempo previsto
  • 105 € se viene superato il triplo del tempo previsto.
Potrebbe piacerti anche

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy