Tutte le news sul mondo del software

SQL cosa è e come usarlo

168

Il linguaggio SQL: in cosa consiste esattamente?

Ormai grazie ai computer si può fare davvero qualsiasi cosa. Questi sofisticati calcolatori hanno semplificato la vita di tutti i giorni e riescono a portare a termine tante operazioni in maniera veloce e precisa.

Protagonista della costante evoluzione sono di certo i database, archivi appositamente progettati per salvare un’elevata mole di dati e che ne consentono un facile recupero e consultazione.

Lungo questa prospettiva svolge un ruolo di primaria importanza anche il linguaggio SQL, acronimo Structured Query Language, basato non su relazioni ma tabelle.

Questo linguaggio, progettato da IBM sul finire degli anni ’70, è la chiave di successo di programmatori che operano a qualsiasi livello e non solo. Non si tratta di un server, ma di un potente strumento per reperire e interrogare le informazioni che servono.

Vediamo come funziona e come apprenderlo a fondo per poter lavorare in vari settori.

SQL: per la gestione semplice ed efficace dei database

Questo linguaggio standard permette di eseguire diverse operazioni non solo sui dati, ma anche sulle strutture che li contengono. Gli esperti informatici considerano l’SQL un linguaggio di alto livello, in quanto consente di portare a termine svariate funzioni semplicemente dichiarando cosa si desidera ottenere e non come.

In questo modo lo sviluppatore non si trova più alle prese con l’arduo compito di scrivere lunghe pagine di codici. Tuttavia, gli utilizzatori di questo linguaggio non sono soltanto esperti programmatori, ma anche persone che si avvicinano al mondo informatico in modo indiretto, quali ad esempio impiegati, professionisti, magazzinieri, cassieri ecc.

Con questo linguaggio, più nello specifico, si possono creare e rimuovere non soltanto database, ma anche realizzare, modificare e cancellare tabelle o altri elementi interni all’archivio. Inoltre il linguaggio si rivela particolarmente efficace nell’elaborazione dei dati.

In linea generale le operazioni per leggere e manipolare le informazioni possono essere distinte in quattro tipologie: create, read, update e delete. Le iniziali di questi termini danno vita alla sigla CRUD che si riferisce proprio a tutto ciò che è possibile svolgere con un set di dati.

Ciascuna di queste operazioni a sua volta viene associata ad uno specifico comando. A questo riguardo le attività di create, ovvero d’inserimento di nuovi dati, avvengono tramite l’istruzione insert. Grazie all’uso delle query, invece, si possono attivare le operazioni di read. Quest’ultime richiedono l’uso del comando select per ricercare i dati che interessano, eventualmente in abbinamento ai filtri where o group by per una consultazione più mirata.

Molto importante è anche l’update, quindi l’aggiornamento e/o la modifica dei dati memorizzati o parte di essi, così come la cancellazione completa del database. L’approccio concettuale, una volta compreso il meccanismo, è molto lineare e non richiede esperienze in campo informatico o particolari specializzazioni. Del resto questo linguaggio è ormai diventato sinonimo di accesso ai dati, oltre che uno strumento indispensabile per lavorare in diversi settori in maniera sicura ed efficiente.

Perché è utile conoscere il linguaggio Structured Query Language?

Sebbene semplice ed intuitivo, il linguaggio SQL richiede comunque studio e approfondimento. Solo in questo modo sarà possibile sfruttarne appieno tutte le potenzialità e trarne il massimo beneficio.

Le situazioni in cui il linguaggio Structured Query Language si rivela fondamentale sono più di quelle che si possano immaginare. Si pensi, a titolo di esempio, ad un portale web in PHP che gestisce i dati. Ad un certo punto sorgerà sicuramente la necessità di memorizzarli e di recuperarli rapidamente da un database MySQL.

Il linguaggio è molto utile anche quando vengono utilizzate applicazioni Android, in quanto permette di conservare le varie informazioni all’interno di un database SQLite, oltre che all’interno degli uffici in cui si usano archivi di tipo relazionale, da consultare in abbinamento alle query per una gestione fluida e che ottimizza i tempi di lavoro. Siamo quindi di fronte al linguaggio per eccellenza da impiegare in svariati ambiti tecnici e la cui conoscenza offre numerosi sbocchi lavorativi.

Per apprendere tutti i segreti e le sfaccettature del linguaggio è comunque consigliabile frequentare un corso SQL come quello erogato dal centro di formazione MAC Formazione. Seguendo questo percorso formativo sarà possibile imparare anche da zero tutte le funzioni del linguaggio direttamente da docenti qualificati e con comprovata esperienza in materia.

Potrebbe piacerti anche

This website uses cookies to improve your experience. We'll assume you're ok with this, but you can opt-out if you wish. Accept Read More

Privacy & Cookies Policy